progettazione edifici per uffici le origini

Progettazione edifici per uffici le origini.  L’argomentazione che prende 10 articoli trae origine dal piano story-telling di origine della  sezione progettazione uffici del nostro sito relativo alla macro sezione di “arredamento”.

edifici per uffici le origini
edifici per uffici interni di uffici le origini

 

PREAMBOLO

Progettazione edifici per uffici le origini. Un architetto di recente ci raccontava di un nuovo cliente , di media entità. Un imprenditore su Milano aveva la necessità di organizzare 1000 mq di uffici in spazi Loft. Il nostro compito era organizzare gli spazi interni. Andammo cosi a pranzo e poi a cena dopo una giornata di ipotesi e scelte, a mangiare da RISO E LATTE a Milano, ci obbligò la sua fidanzata, assolutamente legata alla cultura vintage : https://www.instagram.com/risoelatte/ 

In quel periodo stavo studiando per ragioni editoriali ( forse farò un libro sull’Empire  ) l’Empire State Building, così gli esposi alcune curiosità sull’immobile e la sua storia. L’idea era quella di fargli capire che ogni progetto è relativo al suo ambiente.

CENNI STORICI SU EMPIRE STATE BUILDING EDIFICI PER UFFICI LE ORIGINI 

 

 

L’Empire State Building è uno degli edifici più iconici al mondo e ha una storia affascinante legata alla Grande Depressione e alla competizione per costruire il grattacielo più alto del mondo. Ecco un breve resoconto della storia della sua costruzione:

Progettazione: Il progetto dell’Empire State Building fu concepito da John J. Raskob, un dirigente di General Motors, e Pierre S. du Pont, un industriale e filantropo, all’inizio degli anni ’30. L’idea era di costruire un grattacielo che superasse il Chrysler Building, che all’epoca deteneva il titolo del grattacielo più alto del mondo.

L’architetto scelto per il progetto fu William F. Lamb, della firma architettonica Shreve, Lamb and Harmon Associates. Lamb lavorò rapidamente alla progettazione dell’edificio, prendendo ispirazione da stili artistici come l’Art Deco. L’edificio, con i suoi 102 piani, fu progettato per essere funzionale, efficiente e, naturalmente, impressionante.

Costruzione: La costruzione dell’Empire State Building iniziò il 17 marzo 1930, durante un periodo economicamente difficile durante la Grande Depressione. Tuttavia, la depressione ebbe un effetto paradossale sulla costruzione dell’edificio, poiché i materiali e la manodopera erano abbondanti e meno costosi.

L’azienda responsabile della costruzione fu la Starrett Brothers and Eken, una ditta di costruzioni di New York. Il progetto fu gestito con notevole efficienza, e i lavori avanzarono a un ritmo straordinario. Sorprendentemente, l’Empire State Building fu completato in soli 410 giorni, un record di velocità che testimonia l’efficienza e la determinazione del team di costruzione.

Completamento: L’Empire State Building fu ufficialmente aperto il 1° maggio 1931. Con i suoi 1.454 piedi (443,2 metri) di altezza, superò il Chrysler Building di oltre 200 piedi (circa 61 metri) e diventò l’edificio più alto del mondo all’epoca. L’edificio fu un successo immediato e rappresentò un simbolo di speranza durante la Grande Depressione.

Da allora, l’Empire State Building è diventato un’icona di New York City e uno dei grattacieli più riconoscibili al mondo. La sua costruzione è una storia di sfide superate, efficienza e determinazione nel mezzo di un periodo economicamente difficile.

 

SPAZI INTERNI UFFICI AMERICANI NEGLI ANNI 30-40.

Prima di progettare uffici, o prima di informare un architetto della necessità di sviluppare un progetto per uffici, occorre tempo. Il tempo di  esaminare, e studiare  quello che è accaduto nella storia. Le conseguenze di non andare a studiarsi tutta l’evoluzione del processo di progettazione stanno tutte nell’accontentarsi di moduli    pre-confezionati. Esamineremo alcuni standard di arredamento dell’epoca con alcune variabili d’eccellenza, nel campo della progettazione architettonica, come fu nel caso di Frank Lloyd Wright. L’organizzazione del  lavoro moderno è inutile dirlo, e ripeterlo fu appannaggio degli americani, perché si accorsero che la loro nuova libertà doveva fondarsi sull’imperialismo ed il dominio sul mondo per non subire attacchi dall’esterno.

Come progettare spazi interni per gli uffici in modo sicuri ed efficiente?

Possiamo progettare spazi interni per ufficio attraverso una corretta logica. Tale logica sta nel sapere :

  • Quanto spazio vi serve per n dipendenti?
  • Quali sono le normative standard per lo spazio uffici?
  • Come nascono gli uffici? che storia possiedono?
  • Ci sono state invenzioni importanti per quanto riguarda gli uffici?

L’empire State Building fu uno dei primi esempi dopo la prima fase pioneristica di Chicago, nell’ambito di New York a rappresentare la nuova era. L’Empire rappresenta ancora oggi un

ARCHITETTII DELL'EMPIRE STATE BUILDING
chi ha progettato l’empire state building ? Shreve, Lamb & Harmon Associates https://it.wikipedia.org/wiki/Shreve,_Lamb_%26_Harmon_Associates

edificio che rientra nei mega-tall. Edifici giganti che superano i 300 mt di quota. Rimane tra i giganti dell’architettura verticale.  Tuttavia non abbiamo trovato molto sull’architettura di interni dell’epoca. Non  ci sono molte foto degli spazi interni dell’epoca e non avendo ancora alcuna autorizzazione a fare foto interne, nell’attesa di trovare qualcosa su IG di interessante, abbiamo ricostruito l’ipotetica configurazione degli uffici dell’Empire con l’ausilio dell’intelligenza artificiale. Il risultato non è male. Una prima immagine può essere questa ma la integreremo con le immagini dell’atrio. Probabile è che alcuni spazi interni avessero delle  decorazioni integrali più intense rispetto a quello che si vede nell’immagine.

 

 

NOTA BENE : IL RUOLO  DI DUPONT.

fonti immagini

NEW YORK TIMES.

Fonti informative :

 

QUALE è STATO IL PRIMO EDIFICIO PER UFFICI A NEW YORK ?

Equitable Building  costruito tra il 1912 ed il 1915 – il cliente fu “EQUITABLE NY” l’architetto  ed il proprietario furono :

ArchitettoErnest R. Graham
Proprietario attuale Larry Silverstein
Committente Equitable Life Assurance Society

 

https://it.wikipedia.org/wiki/Equitable_Building

Quando il suo completamento giunse, l’ombra che proiettava, al culmine del mezzogiorno, oscurava il suolo per ben sei volte la sua estensione. Si estendeva per almeno 111.000 metri quadrati, gettando nell’oscurità solare gli edifici lungo il prominente fronte di Broadway, alti fino a ventuno piani, e si allungava verso settentrione per almeno quattro isolati. Gli effetti dannosi dei  quaranta piani dell’Equitable Building accrebbero la necessità di fare cambiamenti nelle norme tecniche urbane di NY, conducendo, nel 1916, all’approvazione da parte delle autorità municipali di New York dello Zoning Resolution. 

Tale deliberazione stabiliva varie tipologie o prototipi strutturali per gli edifici grattacielo, ai quali architetti ed ingegneri erano tenuti ad attenersi. Inoltre, istituiva il “set back”, un precetto che non limitava l’altezza degli edifici, ma prescriveva che i grattacieli dovessero adottare una forma rastremata verso l’alto, ergo, che si restringesse man mano che si elevava.

Attualmente, l’Equitable Building è sotto l’egida della Silverstein Properties, Inc. Larry Silverstein, divenuto proprietario dell’edificio nel 1980, orchestrò una sostanziale ristrutturazione al costo di 30 milioni di dollari, ultimata nel 1990.

Il tratto di Broadway in cui l’edificio si erge è il luogo tradizionale delle sfilate di carta straccia a Manhattan. Il percorso oltre l’edificio è comunemente noto come il Canyon of Heroes, grazie alla marcata verticalità dell’edificio e dei suoi vicini

 

Altre fonti : “ARCHITETTO” LAMB

https://en.wikipedia.org/wiki/William_F._Lamb.

William Frederick Lamb FAIA (21 novembre 1883 – 8 settembre 1952), è stato un architetto americano , noto principalmente come uno dei principali progettisti dell’Empire State Building .

Nel 1911, Lamb varcò la soglia dello studio di architettura Carrère & Hastings a New York, poco dopo il suo rientro da Parigi, dove aveva ottenuto il diploma presso l’École des Beaux-Arts. La sua affiliazione come socio all’azienda avvenne nel 1920, e dal 1924 al 1929 l’impresa fu conosciuta come Shreve & Lamb, per poi trasformarsi successivamente in Shreve, Lamb e Harmon.

Tra le opere di rilievo di Lamb spiccano la progettazione dell’Empire State Building, dello Standard Oil Building, della 521 Fifth Avenue, del Forbes Magazine Building e del General Motors Building a New York City. Al di là dei confini della metropoli, Lamb contribuì alla creazione dell’Acacia Mutual Life Insurance Building a Washington, DC, e progettò edifici accademici per istituzioni come il Connecticut College for Women, il Williams College, la Cornell University e la Wesleyan University.

Oltre alla sua formazione presso l’École des Beaux Arts, Lamb ottenne una laurea al Williams College nel 1904 e completò il corso di Architettura alla Columbia University tra il 1904 e il 1906. Nel 1932, ricevette un dottorato onorario dal Williams College. Tra i numerosi riconoscimenti, Lamb fu insignito di due medaglie d’oro dalla Fifth Avenue Association (1930, 1931), una medaglia dall’Architectural League di New York (1931) e un’onorificenza dal New York Chapter dell’American Institute of Architects (1932).

La sua affiliazione istituzionale comprendeva l’American Academy of Arts and Letters, l’Art Commission della città di New York, il Beaux-Arts Institute of Design e l’Architectural League di New York. Prima dell’apertura della Fiera Mondiale di New York nel 1939, Lamb svolse il ruolo di “Coordinatore del design” per il consiglio dei progettisti della fiera. Inoltre, egli fece parte della Commissione delle Belle Arti degli Stati Uniti dal 1937 al 1945, ricoprendo la carica di vicepresidente dal 1941 al 1945. Nel 1942, Lamb fu eletto membro associato della National Academy of Design, raggiungendo lo status di accademico a pieno titolo nel 1950.

 

nota bene appunti ricerche ulteriori – tesi politecnico

 

https://opac.biblio.polimi.it/sebina/repository/link/oggetti_digitali/fullfiles/PERL-TDDE/TESI_2002-023.PDF

studi di architettura interior design Milano
Torna in alto