studi di architettura milano san donato milanese

Draft_5 studi di architettura moderna

 

A partire dagli anni che precedettero la prima guerra mondiale si svilupparono numerosi movimenti aventi, come comune denominatore, il rifiuto della tradizione. Dapprima confinati alla letteratura e alla pittura, questi gruppi di avanguardia si estesero presto anche all’architettura. Si ricordano il Futurismo in Italia (Antonio Sant’Elia), l’Espressionismo in Germania (Fritz Höger) e il De Stijl nei Paesi Bassi. In particolare, il movimento De Stijl, fondato nel 1917, dette vita al Neoplasticismo, uno stile caratterizzato dall’esaltazione dei piani e dei setti murari, spesso colorati diversamente, accostati in modo tale da compenetrarsi tra loro, senza tuttavia chiudere tridimensionalmente l’angolo del volume.[7] Queste teorie e le opere realizzate in seno al movimento De Stijil (ad esempio la casa Rietveld Schröder ad Utrecht, di Gerrit Rietveld) influenzarono notevolmente gli altri gruppi avanguardistici.

https://it.wikipedia.org/wiki/Architettura_del_Novecento

 

studi di architettura milano san donato milanese
studi di architettura milano san donato milanese

 

Scomposizione e ricomposizione architettonica

Modalità designer per semplicità compositiva, 1917-2017 anniversario del de stijl-  movimento moderno.

La semplicità compositiva,implica la modalità “designer” .  Stiamo usando, per questo progetto, specificatamente per un area del sud milanese, la scomposizione tridimensionale degli elementi. La metodologia, consente di accelerare e velocizzare la progettazione. Grazie all’esclusivo uso di tecnologie costruttive contemporanee che evita il noioso utilizzo del “poroton”, è possibile dare risposte soddisfacenti.  Questa parte del planivolumetrico, indica come si può risolvere  una area corner dell’isolato urbano, in questo caso estremamente vincolato dalle altezze e dalle distanze. La possibilità di salire in altezza in specifici luoghi è ormai impresa ardua per la dannosa saturazione del sistema urbano. I danni accumulati nel tempo e l’assai obsoleta organizzazione dei piani delle regole, sempre più stupidi, non  impediscono tuttavia, il coordinamento di nuove operazioni immobiliari anche ricche di novità compositive.

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.