Reading Time: 2 minutes

CASE AD EMISSIONE ZERO PROGETTAZIONE ORGANICA

L’adattamento architettonico di un concetto ad emissione zero verso una casa di abitazione esistente è ben diverso dall’intero processo progettuale. Possono essere possibili dei miracoli come ad esempio per una squadra di calcio che ha poca energia, andare a cambiare la dieta alimentare per ogni giocatore per ottimizzarne il rendimento. Tuttavia se la squadra è troppo “vecchia” alla fine deve essere sostituita gradualmente da elementi nuovi.

 

Intervenire su una casa esistente spesso implica scombinare la composizione e sottrarre parecchi metri quadrati dalla abitabilità netta. Si avrà una abitabilità lorda, ma molto spazio verrà utilizzato dalla casa per “rigenerare se stessa” Il “consumatore” inconsapevole, non ottimizza la sua esistenza. Crede che la parete con la tv più grande abbia la priorità sulla trasformazione della medesima parete in serra solare bio-climatica.

 

Negli articoli precedenti che potete individuare cercando nel nostro motore di ricerca abbiamo introdotto l’argomento.

 

Ora entriamo nelle scelte specifiche. Se avete già letto tutto ma non avete capito assolutamente nulla, potete scriverci nel modulo e vi manderemo dei chiarimenti. Il destino di una persona dipende dalle scelte che compie. Una volta segnata una traiettoria, cambiare direzione a metà strada diventa difficile; per questo prima agite e meglio vi trovate

 Per realizzare una casa ad emissione zero, ci sono diversi requisiti, tra cui avere meno di 35 anni; i giovani sono più propensi a crede nelle novità e nel futuro.

IL CONTESTO

 Un altro requisito è il contesto. Potreste essere un 35 enne ma se non avete il terreno giusto, non raggiungete l’obiettivo. Il terreno corretto è un elemento che annulla il primo requisito se non è presente. Chi ha più di 35 anni ma ha il terreno giusto, ottiene il progetto.

 

Il primo requisito per avere il terreno giusto è che attorno sia stato tutto saturato, non devono esserci attorno terreni da saturare, il motivo ve lo spiegheremo nel prossimo articolo. Esistono diverse forme di contesto, tra cui anche quello politico. Nel dettaglio dell’articolo trovate il motivo.

 

La forma della casa incide sui risultati finali. Una corretta configurazione, vi fa ottenere la casa ad impatto zero perfetta; inutile dire che in città questo tipo di intervento e quasi sempre fallimentare. Tanto che hanno creato il concetto di “casa ad impatto quasi zero” o Q-0. I motivi sono ovvi.

 

https://www.archiram.com/2021/11/17/case-ad-emissione-zero-progettazione-organica/