uffici

Arredamento uffici.

l’800 – il 900 – gli anni 2000 evoluzione storica

arredamento uffici nel 1800 Chicago
arredamento uffici nel 1800 a Chicago

In queste tre immagini qui sotto  in sequenza vediamo la relazione tra il modo di vestire di un direttore di banca ottocentesco la caratteristica della casa di abitazione neoromanica  riscontrabile nella Chicago del diciannovesimo secolo e l’allora estetica dell’automobile che ancora non si era affrancata dalla carrozza  trainata dai cavalli.

confronto tra design moda architettura
rapporto tra design industriale ( autovettura ottocentesca) moda ( il direttore di banca ed il suo vestito , e la sua abitazione ad Oak Park di Chicago –

 

 

 

Indice:

  • Premessa
  • Memoria
  • Tipologie
  • Progetti 
  • La città 
  • I centri direzionali
  • Dettagli in ufficio 
  • Tendenze – Vintage Office – Europa/Stati Uniti

 

 

Premessa.

Consideriamo la storia dell’organizzazione del lavoro intellettuale di massa con gli uffici materia recente anche se non è cosi perché anche in epoca romana c’erano “edifizi” dedicati all’organizzazione del lavoro. Dalla notte dei tempi, l’uomo ha sempre pensato di organizzare il lavoro a tavolino. Ne sono un esempio le grotte di Lascaux in Bordogna. Ma  fatta tale premessa tipica del collezionista di farfalle divulgatore dei miei coglioni, attenzioniamo  descrittivo prima sulla breve storia dell’organizzazione degli uffici poi su idee organizzative su vari modelli. Questa pagina ha uno start iniziale poi prosegue in vari articoli collegati con essa, questo per non appesantire l’argomento in una sola pagina.

Link autorevole  https://it.wikipedia.org/wiki/Ufficio_(locale)

 

MEMORIA STORICA

Nel corso del XIX secolo, gli uffici hanno subito una trasformazione significativa rispetto alle strutture e agli spazi di lavoro precedenti. Prima di questa epoca, molte attività commerciali erano gestite in modo più informale, spesso nelle case o in piccoli negozi. Tuttavia, con l’avvento dell’industrializzazione e l’aumento delle attività commerciali, è nata la necessità di organizzare gli uffici in modo più efficiente.

All’inizio del XIX secolo, gli uffici erano spesso organizzati in modo aperto, con una disposizione che favoriva la comunicazione e la supervisione diretta. I dirigenti potevano facilmente monitorare il lavoro dei dipendenti, ma c’era poca privacy. Con il passare del tempo, la crescita delle aziende e l’aumento del numero di impiegati hanno portato alla necessità di una maggiore strutturazione degli spazi di lavoro.

STATI UNITI CHICAGO

Negli Stati Uniti, Chicago è stata una delle città pioniere nella progettazione di edifici per uffici nel tardo XIX e all’inizio del XX secolo. Un esempio significativo è il Rookery Building progettato da Daniel Burnham e John Root nel 1888. Questo edificio fu uno dei primi a incorporare l’uso di acciaio strutturale e ascensori, consentendo la costruzione di edifici più alti e facilitando la creazione di spazi per uffici più ampi.

Un altro esempio chiave è il Monadnock Building a Chicago, progettato da Burnham & Root nel 1891 e successivamente completato da Holabird & Roche nel 1893. Questo edificio è noto per il suo design innovativo, che incorpora una struttura in mattoni e terracotta. L’architettura degli uffici stava iniziando a integrare elementi strutturali avanzati e materiali innovativi per rispondere alle crescenti esigenze di spazio e funzionalità.

La maggior parte degli uffici di quel periodo continuava ad avere una struttura gerarchica, con dirigenti e capo uffici che occupavano spazi più grandi e ben arredati rispetto ai dipendenti di livello inferiore. L’idea di uffici come li conosciamo oggi, con layout più aperti e flessibili, si è sviluppata in modo più completo nel corso del XX secolo.

SPECIFICITA’

“Ma come erano fatti gli uffici nel 1800 ? – Un cliente patito del vintage ci ha chiesto di organizzare l’ambiente del suo edificio per uffici, sito in una località ben  precisa. Potrebbe essere Chicago oppure Amsterdam.  Come ci si vestiva nel 1800? Metteremo in relazione le tre cose, l’arredo del 1800 i mezzo di locomozione del diciannovesimo secolo ed il modo di vestire del secolo decimo nono.

Vi arriva questa richiesta e non sapete cosa fare. Subito ragionate sul fatto che le cose fatte in un certo periodo andavano bene per quel periodo, specie sul piano, funzionale.  In  questa immagine sotto, si comprende come è possibile organizzare uno spazio, nel passato ma con l’uso attuale della tecnologia. Da una prima osservazione tutto bene ma poi vedremo le reali differenze ed efficienze di due spazi diversi, per ora possiamo dire che,  con l’uso attuale della tecnologia gli spazi sono pressoché invariati. Abbiamo inserito la visibilità di schermi pc, con invece oggetti di uso a quell’epoca per indicare il fatto che l’occupazione dello spazio oggi è invariata. Se allora c’erano degli scaffali sulla scrivania, oggi c’è una stampante; in alcuni casi una stampante 3D.  La società è passata dall’avere un modulo di scartoffie ad un monitor catodico,  che più avanti è diventata stampante con monitor piatto; il contenitore di documenti come il cassetto oggi è il computer, ma sempre quello è lo spazio occupato. Osservate un immagine generica ambientata in una tipologia di edifici citata prima su Chicago.

  • Architettura uffici – -‘800 Italia Europa Stati Uniti –
  • Uffici nel 900 –
  • Progettazione uffici negli anni 2000.

 

BIBLIOGRAFIA  GENERICA :

  1. The Devil in the White City” di Erik Larson – Sebbene non si concentri esclusivamente sugli uffici, fornisce uno sguardo approfondito sulla Chicago del XIX secolo, inclusi aspetti legati agli affari e all’architettura.
  2. “Chicago: A Biography” di Dominic A. Pacyga – Offre una panoramica storica completa di Chicago, comprese le dinamiche aziendali e l’architettura dell’epoca.
  3. “The Rookery: A Building Book from the Chicago Architecture Foundation” di CAF – Questo libro potrebbe fornire dettagli sulla storia e la progettazione del Rookery Building a Chicago.
  4. “Chicago’s Loop” di Janice A. Knox e Heather Olivia Belcher – Si concentra sulla zona del Loop di Chicago, un’area chiave per gli affari e l’architettura nel XIX secolo.
  5. “The Monadnock Building: History and Architecture” di Scott J. Tegtmeier – Offre un’analisi dettagliata sulla storia e l’architettura del Monadnock Building, un’icona architettonica di Chicago.

LINK ESTERNI AUTOREVOLI.

 

  1. The Art Institute of Chicago – Research and Publications
  2. Chicago Architecture Center
  3. Encyclopedia of Chicago
  4. Chicago History Museum
  5. The Richard H. Driehaus Museum
  6. Chicago Landmarks – Department of Planning and Development
  7. The Newberry – Chicago and the Midwest
  8. Chicago Collections Consortium
  9. The University of Chicago Library – Special Collections
  10. Smith Museum of Stained Glass Windows

 

Uffici del 900

 

Se la prima fase della rivoluzione industriale con il taylorismo spinto al massimo, iniziava a produrre, la prima massificazione di merci, agli inizi del ‘900 c’era ancora spazio e tempo per, vivere la città in ogni sua parte come grande centro commerciale urbano.  La galleria Vittorio Emanuele di Milano  ed in altre città europee e del mondo, l’installazione di ambienti urbani capaci di coagulare sempre più  persone, avevano iniziato una nuova fase che nel 900 si espandeva, fino alla rivoluzione informatica che poi ha iniziato a cambiare le carte in tavola su molteplici aspetti, come la diffusione di ordini a distanza , che non richiedevano più la spedizione con il relativo tempo del supporto cartaceo. Dagli anni 60 in poi inizia l’era dell’informazione, come nuova valuta estrema. Ma di fatto all’interno dello spazio umano poco è cambiato sul piano  ergonomico. Cambia lo stile, cambia l’organizzazione degli spazi, con adeguamenti alla sicurezza e dai limiti imposti dalla luce e ventilazione. Dagli anni 40 specie in città come Milano Londra e New York prendeva piede l’elettro meccanica. 

L’uso di strumenti, come il fax e i telefoni interni in azienda, consentiva il moltiplicarsi degli spazi di  lavoro in verticale ed il proliferare di edifici della medesima azienda in più parti della città. Dopo il taylorismo inizia l’imperialismo come coagulo  e potenziamento del mondo libero  ( liberalismo ). Il post moderno che si è protratto fino alla fine del 2001, aveva iniziato a cedere nel 1989 ( glasnost). Oggi il neo razionalismo internazionale, condito con un decostruttivismo forse eccessivo, fa i conti con l’ambiente. 

Ma ecco una cronistoria dello sviluppo architettura uffici NEL 900_ 

  1. Inizio del secolo: Il concetto di ufficio moderno
    • All’inizio del XX secolo, l’ufficio moderno ha iniziato a prendere forma con l’avvento della macchina da scrivere, del telefono e della corrispondenza commerciale.
    • I primi uffici erano spesso organizzati in modo gerarchico, con spazi aperti e divisioni basate sulle gerarchie aziendali.
  2. Anni ’20 e ’30: Uffici openspace e architettura razionalista
    • Negli anni ’20 e ’30, l’architettura razionalista ha influenzato la progettazione degli uffici, promuovendo l’efficienza e l’organizzazione.
    • Alcuni architetti hanno introdotto il concetto di ufficio openspace, eliminando le pareti divisorie per promuovere la comunicazione e l’interazione tra i dipendenti.
    • Un esempio su New York  fu l’Empire State Building; l’uso massiccio dell’acciaio ma con il tradimento della modernità con la rastremazione ( dovuta alle norme del PRG di NY di allora) ha consentito cose che oggi forse noi ancora non vediamo a Milano e che scoprirete, in questo articolo.
  3. Anni ’50 e ’60: L’era del grattacielo e la progettazione ergonomica
    • Negli anni ’50 e ’60, con la crescita delle città e l’aumento delle aziende multinazionali, sono stati costruiti numerosi grattacieli per ospitare gli uffici.
    • La progettazione ergonomica è diventata una considerazione importante, con attenzione all’arredamento e al design degli spazi di lavoro per migliorare il comfort e la produttività dei dipendenti.
  4. Anni ’80 e ’90: L’avvento della tecnologia dell’informazione
    • Con l’avvento dei computer e della tecnologia dell’informazione negli anni ’80 e ’90, gli uffici hanno subito una trasformazione significativa.
    • L’architettura degli uffici ha iniziato a incorporare spazi per la tecnologia, come sale conferenze con attrezzature audiovisive e stanze per server.
  5. Anni 2000 e oltre: Uffici flessibili e design centrato sull’utente
    • Nel XXI secolo, l’attenzione si è spostata verso uffici flessibili, con la possibilità di spazi di lavoro condivisi e la promozione del lavoro remoto.
    • L’architettura degli uffici ha iniziato a enfatizzare il benessere dei dipendenti, con spazi aperti, luce naturale, aree di relax e design che favorisce la collaborazione.

 

SEQUENZA SPAZI INTERNI UFFICI : 1910-1920-1940-1950-1960-1970-1980-1990-2000-2020 ( Rimando ad articoli – capitoli ) e-book/>>

 

 

 

 

 

 

 

 

 

studi di architettura interior design Milano
Torna in alto