Architettura d’interni interior design modifiche strutturali importanti

ARCHITETTURA D’INTERNI   INTERIOR DESIGN  ,MODIFICHE STRUTTURALI IMPORTANTI IMPREVISTE

MODIFICHE STRUTTURALI IMPREVISTE

  1. Nell’architettura d’interni, le modifiche strutturali importanti possono saltare fuori in base a decisioni prese dopo cambiamenti a livello legislativo perchè possono verificarsi cambiamenti socio economici imprevedibili.  Sono sufficienti 3 settimane di cambiamenti per pensare a modifiche , perchè in questo modo   queste sono finanziabili da iniziative di tipo governativo per incentivare l’azione di imprese. 

NORME INSTABILI MA GOVERNABILI 

2) L’ attuale Governo Conte sia pure nei suoi limiti e criticità , sta attuando sforzi per attivare vantaggi sia ad imprese che professionisti ma i vantaggi ricadranno nel medio periodo verso proprietari di abitazione. Avremmo preferito meglio, ma , devo dire pensavamo peggio.

 

LA SOSTENIBILITA’ HA UNO SPETTRO VARIABILE.

3) In questa sezioine dll’area di progetto si attiva L’ eco bonus già descritto nella sua fase iniziale, perchè qui, tutto può condurre dei vantaggi e delle modifiche più importanti in quanto   l’assetto dell’edificio è migliorabile anche  nella “sostenibilità economica ed energetica.

4) Nel video descrittivo che andiamo a esporre, viene descritto l’ innesto del tetto per sommi capi, dove si rimanda ai dettagli nella descrizione successiva.

5) Nella progettazione la natura ” deve ispirare ogni creazione” come disse John Ruskin, ma prima di arrivare allo sviluppo del progetto nella sua fase avanzata, occorre capire il processo operativo:

a)  Bozza di massima con le ipotesi di cambiamento

b) Potenziamento del rapporto “interno-esterno” ( architettura organica )

c) Osservazione e rilievo della natura circostante

d) Rilievo di perfezionamento e modifiche  definitive

e) INdividuare lo scopo del progetto

f) Esplorare il potenziale degli spazi esterni.

g) Quantificare i costi principali e le modifiche strutturali più importanti

n) n. punti successivi che si manifestano nella contrattazione di capitolato con l’ impresa.

6) Variazioni degli elementi di progetto: Il tetto; gli ambienti portanti; le aree di accesso; Modifiche relative alla coibentazione termica, sugli infissi e sulle masse verticali.

In conclusione diciamo che  ogni articolo descrive un progetto pilota ( drive plan )  che servirà per dare esempi su come effettuare al meglio una ristrutturazione  e potrebbe essere utile all’impresa per definire preventivi credibili . In  ultima analisi  per comprendere  cosa non funziona e cosa funziona perfettamente è necessario risolvere un problema alla volta e poi ricomporre il progetto.

 

VIDEO : https://youtu.be/SeziMoWjaJM

 

Altri riferimenti  https://www.archiram.com/2020/05/

 

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.