PIANO COTTURA AD INDUZIONE 4 FUOCHI

PIANO  COTTURA AD INDUZIONE  4 FUOCHI.

 

Piano cottura ad induzione 4 fuochi – japandi style*1 – esperti di arredamento japandi

  1. Articolo precedente 
  2. Start
  3. Notizie tecnologiche e novità sulla cucina ed il disegno degli elementi.
  4. Story-telling tecnologico, memoria e sviluppo.

 

START

Il piano cottura ad induzione con 4 fuochi ARCHIRAM qui proposto si basa su un progetto su misura in continua evoluzione.

Il progetto kitchen design, drive project, o meglio il progetto pilota, cucina su misura che verte su un appartamento di medie dimensioni, ha come protagonista in questa sezione descrittiva , il pensile terra , con piano cottura ad induzione; l’intero progetto può essere vicino alla “tendenza” japandi, che è sembra stata una costante di background nel tempo, sin dati tempi di Alvar Aalto negli anni 50, ed ancora prima con Wright negli anni 30, ergo non è una novità.

PIANO COTTURA AD INDUZIONE ED EQUIPAGGIAMENTO AGGIORNATO.

La riproposizione, attuale dei media-stream è legata  conseguentemente  agli aspetti legati al design industriale  e la moda che richiede, un aumento di offerta e produzione per governare meglio i prezzi e per lanciare nuove aziende, sempre connesse con le medesime multinazionali.  Pensiamo alla Kitchen Aid , legata alla Whirpool che non è per niente in difficoltà se non in Italia che ha un regime fiscale ridicolo, rispetto alla sua sede originaria  ( Benton Harbor Michigan )

La moda è uno strumento di cambiamento fondamentale, che può suscitare sensazioni sgradevoli o vederla come un “enzima” della società in grado di fare da catalizzatore alla vita e far muover più velocemente le cose , per sentirsi sempre al passo; il trend invece è qualcosa di non del tutto verificabile, che può dare la misura delle cose. Tutto questo ha una credibilità limitata come il follower su twitch – twitter o instagram. Quanti di questi sono pompati da acquisti pre- imposti?  L’unica cosa che possiamo fare è entrare nel dettaglio di alcune cose e proporre idee.

LE NOSTRE IDEE E LE NOVITA TECNOLOGICHE SUL MERCATO. 

Dopo le idee ci sono anche cose già realizzate simili che potete scegliere; lo vediamo sul lavello ma anche su muovi modi di gestire il piano cottura ad induzione  tradizionale.  In questo  disegno potete vedere, un modulo cottura, composto da più elementi. L’equipaggiamento tecnologico è leggero. Ci sono le parti con le batterie litio che si ricaricano con il sistema fotovoltaico , ci sono le piastre ad induzione scomponibili ( poi vedremo anche questo dettaglio ) e una pentola che da le indicazioni delle dimensioni e proporzioni. Le pentole hanno dimensioni variabili tra i 20 cm ed i 40 cm di diametro.

modulo cottura con piano ad induzione ed equipaggiamento tecnologico associato
blocco cottura con piano cottura ad induzione con tutto l’equipaggiamento tecnologico correlato

 

NOTA BENE APPUNTI  EVOLUZIONE TECNOLOGICA DELLE PARTI E DESCRIZIONE DEL JAPANDI STYLE

Evoluzione tecnologica – albero tecnologico dei piano cottura – dal fornello all’induzione . Scoprite qui le prime notizie storiche sui piani cottura notizie storiche individuate da noi sui piani cottura.

*1: Cosa è Japandi style ?

Lo dice la parola stessa : si tratta della fusione dello “stile giapponese” tradizionale e lo stile moderno europeo; ogni progettista interpreta questo codice con diverse modalità compositive. Il Japandi style in arredamento è sul piano creativo del progetto su misura la perfetta fusione tra oriente ed occidente; il primo ad  utilizzarlo fu l’architetto finlandese Alvar Aalto, di cui parleremo nella nostra sezione history; è una metodologia di progetto che noi di archiram  abbiamo sempre utilizzato, solo che ora stiamo aggiornando le modalità; chi sono gli architetti  che secondo noi sono interessanti su questi stile?

L’architettura di arredamento di interni qualsiasi sia il linguaggio compositivo si fonda su alcuno passi fondamentali per poterlo riconoscere :

  • Forma
  • Composizione
  • Colore
  • Geometrie
  • Componenti
  • Materiali

Nella forma , le linearità giapponesi, dentro il metodo Japandi, si riconoscono perché troviamo una certa continuità tra ciò che abbiamo nell’intradosso dei soffitti, negli elementi verticali e nelle parti intermedie, degli elementi funzionali. Le geometrie invece sono integrali perché specifici allineamenti, attraversano tutti gli ambienti e sono  contemporaneamente  percepibili, da tutti i sensi . Mi spiego con un esempio; se entro in un appartamento in cui vedo degli allineamenti in legno di abete, se non sento l’odore dell’abete, oltre a vederne il colore e tutto il resto, si comprende che “manca qualcosa”.

Per tutto il resto, comprendendo, componenti e materiali, specie nel disegno su misura, abbiamo,  criteri compositivi di diversa natura ed imporre una linea commerciale  non ha senso. Tuttavia  è possibile, a partire da standard compositivi, giungere al  Japandi. Oggi anche le case di arredamento componibile standard, hanno ormai livelli di personalizzazione  molto alti.

 

FORMA  DELL’IMPOSTAZIONE DEL PIANO COTTURA CON PENSILE

La forma per progetti su  misura dipende dal contesto e non dal prodotto in se. In questo caso come si vede nel contesto di mappa a stralcio si vede come la cucina , avendo una forma trapezoidale che finisce con una strettoia verso la finestra, determinava una scelta di forma su due livelli interpretativi. Il primo lineare il secondo composito con delle variabili direzionali. Lo scopo era fare qualcosa di unico ed originale non ripetibile.

<< vedi stralcio in mappa>>  work in progress >>

 

 

 

 

 

 

 

error: Contenuto protetto furbacchione