Cucine su misura made in italy il piano cottura e la credenza

CUCINE SU  MISURA MADE IN ITALY

Cucine sartoriali su misura made in italy.

Articolo precedente 

Indice:

 

Premessa

Dopo la prima fase di progetto che  verteva nel decidere la composizione della cucina, ho pensato di orientare il disegno, su una  ipotesi su misura; questo made in  Italy potrebbe non essere coerente al 100%. Effettivamente, abbiamo un frigo americano della kitchen aid, che ha poco di made in Italy, ma il disegno generale è made in Italy.  Nel design il  “sovranismo” integrale è impossibile al giorno d’oggi.

CONCLUSIONE DELLA PARETE ATTREZZATA 

La fase della parete attrezzata della cucine sembra superata e la parete è composta da pensili modulari che terminano con alcune opzioni di modifica su misura, ospitano un frigo americano kitchen aid , una mensola centrale ed una credenza, le cui fattezze e funzionalità, sono ben definite e scoprirete come e dove. Abbiamo visto che un tavolo cosi ampio probabilmente non serve ed è stato ridimensionato.

LAVASTOVIGLIE  ( DESIGN HI-TECH )

La lavastoviglie come spiegato anche nel video in questa fase di progetto e probabilmente in via definitiva sarà ancorata agli impianti idraulici del bagno, ergo la sua distanza eccessiva dal lavandino, non genera problemi.  Sono due le cose fondamentali in cucina da tenere in considerazione: 1) evitare cassettiere di stoviglie e posate  sotto il modulo cottura, evitare di immettere pattumiere , ma inserire il  contenitore per cibo che si trova anche in altri elementi, come pane, spezie, e tutto quello che serve per la cottura. Questo consente di evitare inutili sovrapposizioni tra le persone. Tenere lontano acqua e vapore da prese elettriche e sistemi di illuminazione diretta. Il disegno che ho proposto è una invenzione , tuttavia nella fase com del progetto dove individueremo elementi già in commercio che si avvicinano al progetto, sceglieremo degli elettrodomestici già presenti sul mercato. Poi è prevista la seconda evoluzione di progetto che ho definito “verticalizzazione II”.

LA PATTUMIERA ORGANIZZATA

La pattumiera differenziata, è leggermente più alta, non escludiamo che nella fase successiva, il modulo verrà ridimensionato  o posizionato in un area  differente.

PAVIMENTAZIONE CUCINA ( COLORI CHIARI – SHABBY ) 

La pavimentazione della cucina, nei disegni precedenti era in un stereotipato parquet generico;  ho pensato di modificarlo in mood shabby bianco. Il colore bianco riflette la luce e rende tutto più luminoso specie in quello spazio non troppo grande. La dimostrazione luminosa nei file blender, il mese prossimo, negli articoli successivi.

CREDENZA – STIVA PER STOVIGLIE – 

La credenza è organizzata con due grandi carrelli, questo implica una maggiore occupazione in centimetri quando sono aperti ma il pentolame, le stoviglie e tutto il resto  non saranno ammucchiate, e di conseguenza saranno organizzati con maggiore ordine e con minore tempo nella ricerca del pezzo utile e necessario.

DESCRIZIONE PIANO COTTURA E PENSILE CONNESSO

Anche la parte inferiore del modulo cottura, è gestita con i  carrelli e non con i cassetti. Il modulo ad induzione , non ha ancora una scelta sulla marca, mentre è al momento chiara la scelta del frigo che è Kitchen Aid. La sezione che riguarda il lavabo, ha due variabili. Quella angolare e quella lineare addossata sulla parete verso il living, che sarà attivo con un varco , passa vivande che consente l’assemblaggio dei pensili nella sezione superiore, quindi è orizzontale.

REVISIONE DEL PROGETTO DEL TAVOLO

Il tavolo che precedentemente era stato disegnato con una ampia superficie è stato ridotto al minimo indispensabile con una larghezza di 70 cmq. In questo modo l’ottimizzazione degli spazi, consentirà, anche un migliore contatto tra le funzioni della cucina ed il resto dell’abitazione.

LAVANDINO NON STEROTIPATO PIU’ UTILE FUORI DALLA COORDINAZIONE MODULARE

In questa fase il lavandino è ben staccato dal modulo cottura su cui è inserito un dispositivo per la raccolta dell’acqua di cottura del   cibo.  Attraverso uno scambiatore di calore l’ acqua ad alta temperatura su sistemi ad irraggiamento indipendenti dal flusso idrico delle “caldaie”, scaldano l’ambiente  incidendo sul risparmio termico .  Ho immaginato un nuova configurazione e nuove impostazioni per per ora il lavandino è disposto in forma cilindrica e fuori dalla coordinazione modulare; se seguite il video, spiego il motivo. Scoprite il motivo di alcune scelte nei video o negli short – video .

 

DISPOSITIVO PIANO COTTURA AD INDUZIONE PRECAUZIONI CONFIGURAZION ED IMPOSTAZIONI

Il modulo cottura ha una configurazione legata alla posizione scelta, sotto la finestra. La posizione del dispositivo è centrale; io lo chiamo modulo cottura ma il nome corretto è “Piano cottura”…

CENNI STORICI SULL’INVENZIONE DEL PIANO COTTURA.

Quando fu inventato il piano cottura?

James Sharp nel 1826, un semplice impiegato della compagnia del Gas di Northampton ( GB ) Company,
fabbricò il primo fornello a gas, negli anni successivi e precisamente nel 1834, iniziava la
diffusione industriale delle cucine a gas. Quindi dopo il frigo, che è di invenzione americana,
il piano cottura a gas fu di invenzione britannica; ergo gran parte del design moderno, non dipende
da invenzioni italiane ma anglosassoni.

invenzione della cucina a gas
James Sharp nel 1826, un semplice impiegato della compagnia del Gas di Northampton ( GB ) Company, fabbricò il primo fornello a gas, negli anni successivi e precisamente nel 1834, iniziava la diffusione industriale delle cucine a gas. Quindi dopo il frigo, che è di invenzione americana, il piano cottura a gas fu di invenzione britannica; ergo gran parte del design moderno, non dipende da invenzioni italiane ma anglosassoni. Fonte : https://storiatralepagine.it/storia-elettrodomestici/#Mangiare_-_Forno_e_fornello_a_gas

L’argomento è correlato con la realizzazione della stufa : https://it.wikipedia.org/wiki/Stufa C’è anche un interessante sito web dove ci sono analisi interessanti sulla storia degli elettrodomestici, vi invito a visitare questo sito: https://storiatralepagine.it/storia-elettrodomestici/

 

Il nostro work in progress della cucina su misura made in italy screen e video

Nel precedente articolo , era presente la sezione della parete attrezzata ormai quasi completa , qui un immagine di sintesi vi dice dove siamo arrivati. Come al solito descriverò alcune parti ma ci sarà il pretesto per analizzare tutto il contesto della cucina, perché ogni parte è dispositivo dell’interno e l’intero rappresenta la parte. Non dimenticatevi di andare nella sezione di origine perché ci saranno una serie di versioni diverse della medesima cucina, questo vi consente di capire come evitare errori comuni dell’impostazione dell’arredo. Per scoprire ogni settimana delle novità salvate questa pagina in bookmark o iscrivetevi, cosi da ricordarvi ogni passaggio.

 

piano cottura ad induzione
disposizione dell’angolatura , piano cottura prima opzione laterale su finestra fase 1

 

Video Descrittivo

 

Map Collider : Successivi approfondimento

 

  • Lavelli cucina particolari
  • Dettaglio dei pensili su misura cucina
  • Sistema di cottura ad induzione ed altri elementi del futuro
  • Torre Chef per cucina su misura.

Iscriviti ed accedi  per rimanere sempre aggiornato:

 

 

 

 

error: Contenuto protetto furbacchione