antropizzazione

ANTROPIZZAZIONE AREE DESERTICHE

ANTROPIZZAZIONE AREE DESERTICHE

ANTROPIZZAZIONE AREE DESERTICHE – nuove città di fondazione

NOZIONE DI ANTROPIZZAZIONE:

L’antropizzazione è l’insieme delle attività umane atte ad adattare l’ambiente alle proprie esigenze. Nel corso degli ultimi due secoli è emersa l’esigenza di una antropizzazione in cui l’uomo dovrebbe tornare in simbiosi con la natura.

Per la progettazione  in funzione dell’antropizzazione di aree desertiche, esistono delle opzioni di back-ground  e delle opzioni integrabili su molteplici livelli interpretativi. La recente operazione in corso in Arabia Saudita ( Neom) per antropizzare una parte del deserto con un grattacielo orizzontale terrestre, che potremmo definire ground-craper, che in realtà possiede anche una notevole altezza, è sicuramente una delle risposte interessanti ma non può essere l’unica.  Altre società private oltre agli Stati controllati da regimi o da democrazie , potrebbero offrire alle popolazioni mondiali delle alternative con minori costi di  sopravvivenza.

Le singole case e aggregati unificati, devono rispondere alle esigenze standard dell’habitat umano, in corretta relazione con la natura. Vi sono diversi parametri da opzionare in tale direzione.

  • compatibilità ambientale
  • sostenibilità su i 4 livelli
  • gestione del tempo ( temporalità)
  • versatilità
  • flessibilità

 

TERRITORI  GIA ANTROPIZZATI   E NUOVE STRATIFICAZIONI

In questa immagine le stratificazioni terrestri città semi ipogee, in cui l’agricoltura si sviluppa su più strati, immaginando una popolazione di 20 miliardi di persone, dove l’habitat implica l’uso anche del sotto suolo fino ad un km e dove si aprono varchi nelle rocce , paesaggio distopico ma nello stesso tempo con alcune proiezioni di fattibilità.  Lo scenario è strutturato attorno al 2500 , sul territorio di Milano e Lombardia, con blocchi urbani costruiti ad alture di circa 2000 mt slm attuale, pensando all’acqua che sommerge  alcune parti della Lombardia e Milano. Uno degli aspetti per il futuro sono l’agricoltura  idroponica che si svilupperà nel corso dei secoli con maggiore sicurezza ed efficacia.

città distopiche territori naturali modificati
RAPPORTO TRA NATURA E CITTA , proiezioni future città distopica , futuro immaginato sull’intelligenza artificiale..

 

ANTROPIZZAZIONE DEI DESERTI 

Allora, ragazzi, dobbiamo parlare dell’antropizzazione dei deserti. Ecco, siamo andati in Mongolia, nel bel mezzo del deserto del Gobi, per fare un esperimento preliminare. Ebbene, vi dirò che progettare un habitat in un territorio del genere richiede un sacco di lavoro e di dettagli. Bisogna pensare a tutto, anche ai sassi e ai frammenti di vegetazione bassa che volano durante le tempeste di sabbia. Quindi, no alle pareti verticali in glass wall, perché sarebbero sconvenienti e costose. No, no, occorre utilizzare una morfologia simbionte con la natura. Capite cosa voglio dire? Non basta solo progettare un edificio, bisogna farlo in armonia con il territorio circostante. Ecco perché io dico sempre che il gaming e la fantascienza spesso ci azzeccano. Vi lascio con un frammento di Star Wars e una nuova immagine sintetizzata nel mio laboratorio digitale.

https://www.archiram.com/2016/11/23/mongolian-house-studio-clima

https://it.wikipedia.org/wiki/Deserto_del_Gobi

 

 


antropizzazione dei deserti
antropizzazione dei deserti i suggerimenti del gaming e della fantascienza per il progetto di nuove città

 

 

 

 

 

 

flessibilità

 

 

studi di architettura interior design Milano
Torna in alto