Mese: marzo 2017

Fuori salone milano 2017

fuori salone milano 2017

Fuori salone milano 2017

Fuori Salone Milano 2017, la cucina Krapfen.

La perfetta sintesi tra ergonomia , sostenibilità, ed abitabilità.

La cucina “Krapfen2” di archiram progetti in coordinamento con il blog “Krapfen” è utile in spazi con una forma a lati uguali e regolari.  Tale cucina vive meglio appartamenti dove lo spazio cucina è sufficientemente isolato, tuttavia si adatta kitchen_3edhfyr476q8yugdeaa modificazioni.  Questo tipo induce buone modificazioni dello spazio interno. Il progetto stato sintetizzato nel 2016, ed i costi variano a seconda dei materiali che si vogliono utilizzare.

Per  avere un preventivo, è necessario registrarsi al servizio presente in https://www.arredazen.archiram.com Ecco l’immagine della cucina. Le caratteristiche di questo progetto sono immediatamente intuibili. Una cucina non in lunghezza ma che avvolge la persona, potenziando al massimo i sistemi ergonomici. La cucina concepita come workspace è più sicura ed efficiente. Occorre tornare a distinguere il work space dall’area pranzo.

Vi ingannano vendendovi degli open space che in realtà non sono open ma sono pericolosi grovigli di funzioni in poco spazio, quello non è abitare ma sacrificare la propria libertà. Non accettate di comperare case su cui non è possibile creare una corretta distinzione tra work-space e sala da pranzo.

Le fonti di ispirazione sono diverse a partire dall’architettura medievale e dall’arredamento medievale, ricco di legno, e l’architettura medievale in genere, ricca di forme circolari. Secondo i codici medievali, il cerchio rappresenta l’universo e lo spirito. Decodificando in modo del tutto moderno questo concetto, ci troviamo a creare uno spazio che poi sviluppa al massimo i potenziali dell’ergonomia. Anche nel rinascimento la forma circolare ebbe un ruolo portante, ma considerata come elemento attorno all’uomo. Rispetto al medioevo, nel Rinascimento la figura portante era l’uomo al centro dell’universo.

La risposta contemporanea a forme antiche è sia l’equipaggiamento tecnologico e la comodità o meglio definito comfort. Cosa sia uno spazio “confortevole” lo spiegheremo nei prossimi articoli. Addizionali informazioni su questa cucina, su come e dove può essere prodotta, verranno esposti, sia per chi si iscrive al servizio sia per chi si iscrive al nostro sito che al  blog di provenienza del nostro articolo.

a cura di archiram progetti Milano.

Esposizione Frank Lloyd Wright 150 anni dalla nascita dell’architetto Visionario Volterra

Locandina_wright

Wright Precursore architettura moderna.

Toscana terra di soggiorno Wrightiano.Volterra luogo di bellezza.

Si terra come da  locandina presso Volterra l’esposizione “Frank Lloyd Wright  Precursore dell’architettura moderna” tra il 6 ed il 18 Giugno 2017 a cura di “Amici dell’architettura organica” il cui presidente e l’architetto organico Sarno Carlo ( di cui, chi vi scrive fa parte) e organizzata da  “Amici di Frank Lloyd Wright, il cui presidente è l’architetto organico Giuliano Chelazzi di Volterra.  

Locandina_wright
Locandina_wright

 

L’epopea pionieristica dell’architettura americana tra ‘800 e ‘900 è espressa dalla visionaria potenza creatrice di un discendente dei druidi gallesi la cui famiglia di origine gallese stanziatasi dalle parti di Richland per poi assumere in Chicago la città profetica, fa discendere il genio .   Le  magistrali realizzazioni saranno presenti in modellino raccolte nello spazio espositivo. Realizzazioni che  ancora oggi appartengono ad un futuro cosi remoto che pochi ancora ne capiscono il senso. La nascita dell’architettura organica e poi di quella moderna che si affranca dai simboli dal potere e dalla storia, in realtà si nutrì di romanticismo e di medievalismo sin dagli esordi per poi rompere con la tradizione e cercare la fonte nella volontà dell’uomo di assumere il potere creativo “dell’universo”.

alberto mei rossi organic designer
alberto mei rossi organic designer

Lo spirito dell’architettura organica equipaggiato oggi da moderne tecnologie può spingersi oltre e tale ricorrenza, ci ricorca che ancora molto deve essere fatto per estirpare dall’uomo l’idea di vivere in scatole con strutture di tipo cubico e che lo spazio dell’architettura e dell’habitat del terzo millennio  si dilata dall’interno all’esterno senza paura, smaterializzando ogni barriera psicologica materiale visibile ed invisibile.

Alberto Mei Rossi . Milano. 26 Marzo 2017.

Inserimento in contesto di isolato urbano di edificio di dimensioni verticali contenute 8 piani

studi di architettura

Inserimento in contesto di isolato urbano di edificio di dimensioni verticali contenute 8  piani

studi di architettura san donato milanese progetti

studi di architettura
studi di architettura san donato milanese