Architettura organica, Italia, Biennale Volterra, lavori in corso

 Tra relitti urbanistici alluvioni e territori che cadono a pezzi, le città si rinnovano. La stratificazione è in corso, la lotta tra natura e città vive la sua stagione più importante.Qualunque parte vinca, l’architetto  e basta ha poche prospettive. 

IL FUTURO DELL’ ARCHITETTURA ORGANICA

Il progettista organico , ha un futuro. Osserviamo attorno a noi, un tentativo di anticipare, ciascuno di noi, null’altro fanno che cadere in una logica obsoleta. Il progetto ideale li travalica sempre. Aaron Green è ancora nel futuro. Ebbene si,… basta inserire un infisso industriale per far cadere nel passato qualsiasi casa!.

BIENNALE DI ARCHITETTURA A VOLTERRA

La biennale di architettura, quella vera, cioè organica anche quest’anno si svolge a Volterra. La data sta volta è spostata dall’estate all’autunno ( 28 Settembre 2019-11 Ottobre 2019) .Soggetto di studio è l’organico Aaron Green di cui parleremo nel prossimo articolo.  Ora sto preparando una proposta e queste sperimentazioni del rapporto esterno interno, iniziano a dare dei risultati. Lo spazio interno già attivo sta inducendo la forma a segnalare il movimento. L’ipotesi insediativa in presenza di un giardino foresta cerca di ripercorrere il movimento degli alberi ma lo fa con forme nette. I riflessi dello spazio esterno, indicano come l’interno ospiterà l’esterno, silenziosamente.

Villa contemporanea

Gli aspetti rigenerativi sul territorio, riferiti a questo tipo di case, si fondano, su 4 parametri fondamentali che sono i pilastri della futura sopravvivenza del genere umano.

  1. Sostenibilità
  2. Flessibilità
  3. Ereditarietà 
  4. Organicità 

La sostenibilità la stiamo affrontando in un articolo in continuo aggiornamento che deriva da un interfaccia tematica in continuo innesto. 

 

alberto mei rossi

Lascia un commento