Progetti di case ecosostenibili in Lombardia

Progetti di case eco-sostenibili in Lombardia

Progetti di case eco-sostenibili in Lombardia.   La casa eco sostenibile è una branca dei concetti di architettura organica nata attorno al 1910 per opera dell’ architetto statunitense di Chicago Frank Lloyd Wright. La risposta progettuale ad una esigenza sia di tipo economica che sistemica , rispetto all’ ecosistema, non   può che essere organica. L’ accezione organic architecture o organic architect non risponde ad una figura professionale ma ad un approccio progettuale che considera come risorsa di progetto , prima il contesto.  Un esempio elementare è semplice. Se mi trovo in montagna con abbondanza di pietra e legno di un certo tipo ad  esempio  beola ed abete, non andrò ad acquistare marmo dal Brasile e legname che si trova in Cambogia o legname che appartiene a climi umidi o troppo caldi, perchè quei materiali non sono adatti a quel clima. In secondo luogo per far arrivare quei materiali si immetterebbe una quantità di co2 in atmosfera eccessiva. Diverso è il discorso relativo all’ edificazione di grattacieli in città, dove il materiale da costruzione è sempre importato.

Materiali acciaio legno pietra in base al contesto cenni storici

Ma  anche in quel caso il contesto è necessario. Infatti il Nord America che possiede numerose miniere metallifere, non ha avuto problemi ad iniziare a costruire con l’ acciaio quando se ne è presentata la necessità. Dopo il grande incendio di Chicago del 1872,  gli americani non ebbero molta scelta. O usavano l’ acciaio o mettevano rischio migliaia di vite. Infatti la costruzione in legno massiccio puro, specie in grandi estensioni urbane, comporta notevoli rischi se non si prendono delle misure strategiche di sicurezza. 1) la distanza degli edifici tra di loro. 2) Da qui nasce la necessità di salire in verticale. Ed ecco che il contesto si arricchisce di più parametri tecnici che incidono sulla modalità costruttiva.

 

Case sostenibili la Lombardia.

La Lombardia offre numerose zone verdi su cui sperimentare questo tipo di architettura. La maggior parte di queste zone sono in contesti semi urbanizzati o in prossimità di corsi d’ acqua. Fatto salvo il vincolo della legge 490, sulle distanze dai corsi d’ acqua, è possibile l’ uso di terreni edificabili per trasferire volumetrie ai confini di questi vincoli e da li potere realizzare abitazioni in connessione naturale. Ma sono sufficienti 1000 mq di terreno per ottenere una abitazione ad impatto zero o quasi. Occorre solo un po’ di pazienza.

Ecco un esempio che poi descriveremo nel dettaglio.

case su misura
case su misura dal sito di alberto mei rossi www.archiram.com

 

Alcuni progetti  vengono sviluppati in ufficio ma parte degli stessi, sono gestibili anche da casa. L’attività di professionista , non è relativa a contratti diretti, se facessimo cosi moriremmo di fame. Il 70% del lavoro è preparatorio e diffusivo.  Ecco perchè questo progetto che è dimostrativo, può essere relativo ad un cliente oppure a chi è interessato, oppure ad un futuro cliente. In realtà il progetto è definibile come progetto di ricerca pilota.. La configurazione generale direi che è terminata, ora si attiva la sezione impianti, interni e tecnologica. Questo breve video in diretta espone il tipo di tecnologia usata. Video addizionali in diretta saranno continuamente diffusi fino a quando non riuscirete a capire cosa è questo tipo di progettazione.

zzz

 

a cura di Alberto Mei Rossi : https://www.albertomeirossi.com/  Milano

Gallery immagini da instagram :

https://www.instagram.com/albertomeirossi_architettura/

Gallery immagini di progetti di architettura

Blender – Software

 

progetti di ville architettura organica
alberto mei leorbat rossi progetti di ville

alberto mei rossi leorbat architettura

Alberto Mei Leorbat Rossi ( classe 1968) fonda archiram progetti nel 1996, si occupa di architettura organica dal 1989, ha progettato e costruito più di 300 appartamenti collaborando con varie società di ingegneria. Esperto di Alberghi. Allievo di arch Ramstein, della scuola di Ulm distaccamento del Bauhaus di Gropius Ha vissuto a Vigevano, Milano Angoulemme, Como , Mentone, Newport Udine Treviso Parma ,Trieste, Roma. Autore di numerosi progetti. Si trova nell’elenco mondiale dei progettisti organici. La mission è la realizzazione di case ad impatto zero assoluto.Ha all’attivo numerose pubblicazioni presso giornali e riviste. Ha progettato e costruito alcune ville in Piemonte. Si definisce plantageneta dell’architettura bio-antropica. Rifiuta ogni codice ogni simbolo, anche se li studia. Rifiuta ogni forma di canonizzazione dell’architettura e rifiuta le accademie. Nel 2015 è relatore presso conferenza internazionale di La Spezia su architettura ed urbanistica, con la presenza di diverse università e oltre 70 relatori da tutto il mondo, con il tema morfogenesi ed eso-urbanistica.

Lascia un commento