CASA DEL FUTURO

CASA DEL FUTURO

casa del futuro
casa del futuro – bozza – draft
LE TRACCE VISIONARIE

Il tema della casa del futuro viene qui trattato in 10 articoli, cui vengono agganciati sul piano editoriale 10 tutorial. A loro volta sono agganciati con gli aspetti della memoria.  La narrazione parte da alcuni aspetti legati alla fantascienza.  La trilogia letteraria di  Veronica Roth, che ha venduto più di 45 milioni di copie ( Divergent-Insurgent-Alegiant) , classificata come “fantascienza per ragazzi”, in realtà contiene dei codici progettuali per le città del futuro. I cui nodi del genoma territoriale sono già stati inseriti dalla fine degli anni 40 negli Stati Uniti da Wright.

LETTERATURA CONTEMPORANEA : IL PASSATO HA SMESSO DI DARE INFORMAZIONI.

La narrazione progettuale non può escludere, la letteratura contemporanea e questa trilogia ormai , considerata una saga di importanza mondiale, che ha già dato vita a 3 film, fornisce numerosi materiali di progetto. I miei primi progetti visionari, anche pubblicati ed intervistati a Radio Montecarlo, risalgono al dicembre del 2007. All’interno  dei racconti della scrittrice ci sono parecchie assonanze progettuali specie nelle città al di fuori della recinzione in cui è inserita Chicago. Quindi la sincronia è interessante. I progettisti visionari contemporanei oltre a me sono numerosi. Nel 2015 ho pubblicato in una conferenza internazionale molto materiale concentrato. C’era anche il progetto skycraper Giant ambientato nell’anno 2450, poi mi spingo oltre fino all’anno 12500.

L’ESAURIMENTO TEMPORALE DELLE TRACCE DEL PASSATO

La casa del futuro, intesa come casa semplice, o le case che anche oggi si dovrebbero progettare nulla hanno a che fare con quello che siete costretti a comprare oggi. Ovviamente noi viviamo ancora in città concepite nel medioevo e nel rinascimento, che altro non erano che città stratificate ( specie in Europa) dal cardo e decumano romano e dalle centuriazioni, territoriali. Le nuove città o insediamenti, rispetto alla speciazione umana ( si formerà una nuova specie) si stanno iniziando a formare, e fra 10.000 anni seppelliranno completamente questa “civiltà”. Le trasformazioni sono già in atto, con pericolose accelerazioni auto-distruttive, in relazione ai sistemi errati che si stanno utilizzando per le migrazioni dei popoli, affamati dalle multinazionali, che hanno bisogno di schiavi. Si veda un video interessante del filosofo Igor Sibaldi sul rapporto tra presente e passato e sulla nullità delle nostre vicende passate e sulla loro influenza nel futuro. In realtà è il futuro che modifica il presente, ergo la nostra progettualit e capacità di governare, anche imprevisti accaduti nel passato. Anche il passato può essere modificato, naturalmente nell’ambito di gesti governabili, è  chiaro che se qualcuno di voi ha ucciso delle persone e viene beccato il suo futuro è “fine pena mai”. In realtà tutto questo +è nella mente. Se nella mente di qualcuno di voi tutti i giorni c’è l’idea di massacrare qualcuno con una roncola, la sua vita è destinata ad una costante “galera”.  Se invece la mente del soggetto è orientata verso la “creazione” e costruzione, il suo destino presente è determinato nella libertà, qualsiasi gesto egli compia. Lo stesso per chi nel presente vive nella paura di cambiare le cose. Se non fai progetti, vivi solo ed esclusivamente nella paura.

OMINIDI ED EVOLUZIONE DELLA SPECIE

Questa tematica è stata affrontata , nei sistemi di fazione dei 3 romanzi della Roth, originali ed interessanti ma che contengono parecchie informazioni sul  futuro. Anticipai questa tematica in un articolo del 2016 sul sulla versione wordpress del sito.  https://archiram.wordpress.com/2016/06/14/storytelling-architetturale-o-architelling-progettare-il-futuro/ 

Nel prossimo articolo affronteremo, gli elementi di riconoscimento di un edificio che già parla futuro rispetto a quello che è stato progettato fino ad ora dagli uomini o mezz’uomini, che fa riferimento ad una visione obsoleta di matrice ottocentesca.

Alcuni dei nostri progetti, parlano di quotidianità ( piccoli arredamenti ) ma anche di futuro. I sedimi del futuro sono già presenti, nel modo di sviluppare la ricerca sull’alimentazione, ad esempio, la cultura vegana è già un aspetto della nuova specie sempre più divergente; sono già stati riscontrati casi di mutazione genetica in chi ha attuato una alimentazione vegana . In un articolo apparso su LE SCIENZE la cosa è spiegata molto bene  http://www.lescienze.it/news/2016/03/30/news/adattamento_genetico_dieta_vegetariana-3033472/ . Copiate la stringa ed andate a leggere.

Qui sono presenti cenni sullo sviluppo dei progetti che rimandano ad alcuni poarticolari che verranno ripresi nei prossimi articoli della rubrica “la casa del futuro”. https://www.archiram.com/progetti/

 

 

Lascia un commento