Menu

Rubrica: terreni edificabili. Suggerimenti dalla tradizione antica Vitruvio. Dal DE ARCHITETTURA.

luglio 16, 2017 - arredamento architettura d'interni, immagini progetti di architettura studi di progettazione, Immobili Milano ville urbane proposte progetti architettura, Progetti Case Clima organica, storia dell'architettura, Terreni edificabili
Rubrica: terreni edificabili. Suggerimenti dalla tradizione antica Vitruvio. Dal DE ARCHITETTURA.

Rubrica: terreni edificabili. Suggerimenti dalla tradizione antica Vitruvio. Dal DE ARCHITETTURA.

 Il terreno o i terreni edificabili migliori, sono quelli esposti meglio. Sono i terreni, con maggiore contenuto sabbioso e meno argilloso.

 

Ripescare Vitruvio fa sempre bene. Oggi la pratica di trovare il terreno migliore non si fa più nel modo  che descriveremo. Questa breve analisi  fa riflettere, sulle nostre disattenzioni. Forse su un terreno si annidano informazioni, che difficilmente si possono trovare, senza il filtro della conoscenza.

Certamente mi diverto sempre, quando, vedo un venditore di immobili, sproloquiare per poterti appioppare anche, un deposito di uranio. Vuole vendertelo come l’essenza della salubrità in terra. Si trovano in giro persone oneste ma, anche tanti idioti.

Bisogna premettere che, queste  nozioni, sono propedeutiche ad altri principi ed in alcuni casi derivano, da tali conoscenze. Quando si arriva su un terreno occorre capire le proporzioni degli elementi. Occorre avere il giusto filtro della conoscenza, per capire cosa voi potete fare in quel posto. Certamente non bisogna omettere  i dati del piano regolatore o del piano di governo del territorio.

SAGGEZZA E SAPIENZA PER LA SCELTA DI TERRENO E PROGETTO.

Quando saggezza e sapienza sono, ben espresse, la possibilità di sbagliare è remota. Non è detto che se voi potete costruire secondo la legge, la natura ve lo consente. Considerate sempre che le leggi sono un artificio dell’uomo per controllare i territori e per controllare altre persone, e sono strumenti astratti. La natura invece è uno strumento “reale” e quando la natura si libera, non fa sconti a nessuno.

I 4 ELEMENTI.

Noi suggeriamo sempre ai nostri clienti di fare queste riflessioni, tutto per evitare di essere precipitosi, su molti aspetti. La fretta conduce sempre a sciagure di qualsiasi genere, sia nella conoscenza delle persone che dei luoghi.  Su qualsiasi terreno c’è la possibilità di studiare la stoicheia, frutto dell’analisi degli elementi. Gli elementi in natura fondamentali sono 4: acqua terra aria fuoco.

Vitruvio,( nel libro  II  cap II , le teorie dei naturalisti sulla materia)  ci informa che Talete, pensava che l’acqua fosse il principio di tutte le cose.  Eraclito sosteneva che il principio di tutto era il fuoco. Democrito vedeva il principio di tutto invece negli atomi.  I Pitagorici  consideravano invece la presenza integrale dei 4 elementi come motore dell’universo locale : acqua terra aria fuoco.  Democrito aggiunse che i 4 elementi, in caso di separazione, potevano mantenere le loro caratteristiche inalterate.

Vitruvio sottolinea  l’importanza del governo di questi elementi per comprendere esattamente da dove arrivano le consistenze dei materiali.  Questi elementi, contribuiscono tra loro a formare cose nuove, in questo caso , le  abitazioni e sapere che sono loro l’origine di tutte le cose è un primo filtro, storico sulla faccenda “terreno”. Sono queste le cose importanti a cui pensare quando si analizza un terreno, tutto il resto sono conseguenze, di una corretta ed equilibrata scelta. I parametri di salubrità non sono dichiarazioni di chi vi deve vendere un pezzo di terreno, perchè il suo scopo è vendere. Dovete verificare quello che, l’agente o il proprietario vi ha detto.

Gli errori del progetto e della costruzione , saranno ridotti al minimo, se i capisaldi sono ben chiari nella mente e sulla carta . Ma esiste una interessante tradizione presso i romani che era utilizzata anche dagli etruschi, per la scelta di un luogo salubre. Ne scrive Vitruvio in un interessante capitolo del suo trattato di architettura, libro spesso sconosciuto e poco letto ma che dovrebbe essere compreso e scelto nella propria libreria invece di cercare cose inutili.

dal De Architettura disponibile in rete ed in vendita in forma cartacea, abbiamo estrapolato alcuni passi interessanti,in merito  alla scelta di un terreno.

LA TRADIZIONE DI VITRUVIO E RAPPORTO CON LA CONTEMPORANEITA’

La prima frase che Vitruvio pronuncia dimostra come, la scelta della costruzione di fortificazioni, insediamenti, ed accampamenti seguiva una serie di regole legate alla salubrità, che noi non troviamo nelle stesse periferie sub-urbane che ci si affretta ( a volte )  a descrivere come luoghi di grande energia. Chi è intelligente e ne ha le possibilità, realizza abitazioni con questi criteri descritti da Vitruvio. Alcuni scelgono di vivere in campagna in rustici, anch’essi studiati con i medesimi criteri di scelta salubre, lontano da degrado mentale e psichico. Ma ecco il frammento del capo IV libro I.

 

 

Terreni migliori

Luoghi salubri vitruviani terreni

Ma poi specifica cosa è un luogo insalubre, e ne descrive in dettaglio le caratteristiche. Vitruvio scrive che l’esposizione di un terreno abitativo sia per una città che per una casa, non deve subire i miasmi pestilenziali. Questo accade  se il terreno è  esposto a venti che possono condurre le foschie, provocate dal riscaldamento del sole verso l’area abitata.Le foschie sono vapori ( nebbie)  che si formano  trasportando, cose dannose per la salute umana.

migliori terreni edificabili

terreni edificabili corretti o sbagliati terreni

L’aspetto , dicevamo, più curioso era legato ad una tradizione quasi rituale  che faceva  uso di animali uccisi appositamente sul posto. Forse oggi  basterebbe osservare il  comportamento di un  cane o un gatto sul terreno, perchè sono animali, che si accorgono di tutto. I Romani ma ancora prima gli etruschi, immolavano alcuni animali, dopo averli fatti vivere in uno specifico recinto. Se il fegato risultava di colore troppo scuro, di sicuro quel luogo non era salubre, perchè il fegato malconcio, dava il segnale di malessere, dell’animale stesso.

Salubrità terreni

Salubrità, sacrificio di animali terreni

Il capitolo continua, analizzando anche il micro-clima e gli sbalzi termici all’interno di un edificio. Se è esposto male, specie se dedicato al lavoro intellettuale ( facendo un paragone con l’oggi) la produttività è ridotta. La cattiva architettura anch’essa è responsabile di cattivi destini dell’uomo.

La vera novità di un progetto architettonico è la vita che si svolge dentro. Non ha senso riempire di alberi una gabbia se questa deve diventare essa stessa una gabbia in cemento per alberi e per uomini. Il posto è apparentemente salubre ma per sola narcisistica moda e stupida apparenza. Il narcisismo architetturale è la cosa che non appartiene al nostro ufficio.

Spunto sull’orientamento degli ambienti.

Il motivo per cui cucina e cantina devono essere esposti a Nord, nasce dal fatto che all’interno di questi ambienti non devono esserci sbalzi termici.  Questo fatto  rovina il vino, i formaggi e la frutta. Nel tempo libero io coltivo un piccolo vigneto e, per far accelerare la maturazione dell’uva a volte si toglie qualche foglia.   Non bisogna eccedere nell’esposizione al sole dell’uva o di qualsiasi frutto, perchè il calore fa evaporare l’acqua che è dentro il frutto.

Le proprietà naturali vitali dello stesso svaniscono  e si dissolvono, lasciando il frutto, molle e rinsecchito. Gli stessi effetti accadono in una casa esposta male, che genera effetti negativi, su chi vi abita. Nel prossimo articolo, esporremo nel dettaglio, un altro aspetto spesso ignorato dalle società immobiliari.

Se volete avere informazioni su terreni edificabili nelle zona del Milanese , potete contattarci su immobili@archiram.net.

 

Alberto Mei Leorbath Rossi.

 

Lascia un commento